I miei libri

Augusto Lemmi – Un artigiano della moda

C’è una sorta di filo che lega il sarto artigiano con il cliente. L’artigiano instilla nell’abito, con il suo lavoro originale sartoriale, una parte di sé. Il cliente, il fruitore, è qualcuno in grado di percepire correttamente il risultato del manufatto, dell’abito. Il prodotto artigiano è, tanto per il produttore che per il fruitore, non soltanto un oggetto di utilizzo, ma un manufatto comunicativo. In tal modo il sarto, realizzando capi di vestiario ispirati dalla società, interpretata o anticipata con la sua dinamica di comportamenti e costumi, fa moda. Il vestire le persone, le classi sociali e le categorie delle gerarchie del potere è già una funzione perfettamente integrata nel sistema, sia esso rivoluzionario, in divenire, o conservatore nel consolidare. Il sarto è l’interprete acconciatore di stoffe in abiti e vestiti da far vivere nella testimonianza delle scansioni di varie epoche. Tali legami, stretti ed emblematici ci portano a segnare, insieme al sarto Augusto Lemmi la storia di Perugia nella seconda metà del ‘900.

Morlacchi Editore  Collana Gli umbri. Biografie e memorie. (link esterno)


Caro Vittorio, ti scrivo …
Un fedele lettore scrive di frequente al direttore di un giornale. Lo compra tutte le mattine, lo sfoglia e lo legge attentamente, e infine, talvolta, esercita il suo diritto/dovere civile di critica sui contenuti proposti. “Caro Vittorio, ti scrivo…” è la collezione di e-mail che l’autore, Rino Fruttini, un perugino doc, esperto ed appassionato di temi economici, sociali e politici, ha inviato a Vittorio Feltri, direttore di “Libero”, nell’arco degli ultimi anni. La stima per la penna graffiante e sempre polemica di uno dei maggiori personaggi della carta stampata e dei media non è sinonimo di appiattimento e aderenza alla linea editoriale del quotidiano. Anzi, Fruttini mette in luce le contraddizioni di linea politica e analizza con dovizia di
particolari titoli e contenuti sia degli scritti più impegnati sia di quelli di colore e costume. Ne emerge un quadro poliedrico e stimolante di fatti e opinioni al centro della cronaca politica degli ultimi due anni.

 


Lamberto, Ragazzo Perugino Del ’99 - Fruttini Rino - Bookstore

Lamberto, ragazzo perugino del ’99 …

L’unità si è compiuta da poco e il Paese è in una febbricitante ricerca esplorativa, volta a definire la propria identità; l’occasione per affermare la propria gerarchia, monarchica e nazionale, gli è offerta dalla Grande Guerra: interventisti, futuristi e irredentisti sono i protagonisti di un “pugno” d’anni, pochi in verità, ma così importanti nella storia d’Italia da segnare un secolo intero. In queste pagine, attraverso lo sguardo del giovane Lamberto, appena diciassettenne al fronte di Vittorio Veneto, nel 1917, poi legionario a Fiume con Gabriele D’Annunzio, partecipiamo ai tumultuosi eventi bellici e respiriamo il clima di stagioni infuocate, accese dai bagliori dell’intrepida sprovvedutezza di ragazzi coraggiosi. Sarà il tempo a dire se quei fuochi saranno stati fatui o meno; in questo romanzo storico e biografico, Rino Fruttini abbandona “il senno del poi” per calarci nella storia e farcela vivere in tutte le sue contraddizioni, in prima linea, abbagliati da un miraggio di gloria ed eternità.

Albatros, Collana Nuove Voci Saggi (Link esterno)

Abstract del Primo capitolo


Quasi come Forrest Gump

Come nella famosa pellicola di Zemeckis, l’autore ripercorre gli anni salienti della sua vita, che si intrecciano indissolubilmente con la storia della sua città – Perugia – e con quella d’Italia. Dagli anni della guerra, da lui vissuti solo marginalmente essendo ancora in fasce, a quelli del boom economico, delle contestazioni e dei cosiddetti “anni di piombo”, la storia si dipana fino ai giorni nostri, raccontata attraverso ricordi personali e stralci di quotidiani locali e nazionali. Uno straordinario contributo storico e archivistico che, tra il serio e il faceto, disegna un percorso che guarda con speranza e intelligenza alle generazioni future.

Albatros, Collana Nuove Voci (Link esterno)

 


La saga del “Burchia”

Un testo che si dà un obiettivo ambizioso: offrirci una visione completa ancora oggi storia, partendo dal basso, da uno spaccato autentico di una Perugia concreta, fatta di voci ed di eventi umani, piuttosto che di atti eroici e giganteschi eserciti. Verso partire dalla metà del Diciannovesimo Secolo, seguiremo nel modo che pieghe di una crescita che è stata immersa nella storia e durante la politica, adeguando la propria posizione mentre il globo cambiava. Schieramenti politici, evoluzioni culturali, la ricostruzione vittoria uno Stato unitario, una singola guerra mondiale… tutto è raccontato e spiegato con un riuscitissimo miscuglio tra tradizione orale, ricche documentazioni ed interessanti riflessioni. Quale è il Burchia? Per scoprirlo esiste un solo modo: aprite il libro e… buon viaggio.

 


Tutti i miei libri li potete trovare qui oppure qui

Abstract da La saga del Burchia .Word (9)